Chi Siamo

Mitria - Santo Stefano

Paramenti Sacri

Ricami Centra

Molti anni fa, spinti ed illuminati dallo Spirito Santo, con il nostro lavoro artigianale, preciso, puntuale e intelligente, dediti com’eravamo nel trattare i tessuti, anche con l’arte del ricamo, coltivammo e maturammo il sogno di investire la nostra esperienza e professionalità nel campo dell’arredo sacro. Ben presto la passione, la serietà e la creatività ci hanno permesso di raggiungere i risultati sperati e la “piccola bottega”, nel corso degli anni, è diventata un’azienda di famiglia, affermandosi sempre più proprio nel campo dell’arredo sacro (paramenti sacri, casule, suppellettile…).

Viviamo e operiamo nella terra che il Signore ha voluto benedire con la santità crocifissa di San Pio da Pietrelcina. In tanti ormai, fra i competenti del settore e non, passando davanti alle nostre vetrine e entrando in Atelier, ammirano ed apprezzano il frutto del nostro lavoro.

Da sempre intendiamo dare nuovo spessore e profondità alla dimensione cristiana del lavoro, che trova nel quotidiano sforzo di testimoniare la nostra fede, ispirazione e capacità per saper narrare con l’arte che ci appartiene, la bellezza e la sacralità del mistero che è posto nelle nostre mani.

Qualche temo fa ci scrisse
un nostro caro amico…

Agli amici Centra

 

Molti anni fa quando vivevo il mio ministero di parroco nella Chiesa Madre di San Leonardo in San Giovanni Rotondo, spinti anche da me che ammiravo il lavoro artigianale ma preciso, puntuale e intelligente a cui eravate dedicati nel trattare i tessuti anche con l’arte del ricamo, vi ho spinto a cimentarvi nell’arredo sacro iniziando dalle tuniche per la prima comunione dei fanciulli della parrocchia da me guidata. Il frutto dell’obbedienza era bello nella sua semplicità ma elegante nelle sue rifiniture. E così siete andati oltre…. Oggi vi state affermando nell’arredo e nella suppellettile sacra.

Siete andati oltre i confini della piccola bottega. Vivete e operate nella terra che il Signore ha voluto benedire con la santità crocifissa di San Pio da Pietrelcina. In tanti ormai passano davanti alle vostre vetrine ammirano e… comprano!

E’ bello che ora desiderate proporvi e farvi conoscere a un’utenza più vasta e per ciò stesso anche più esigente. Mi sembra opportuno e necessario dare nuovo spessore e profondità alla dimensione cristiana del lavoro che troverà di sicuro nella quotidiana testimonianza della vostra fede, ispirazione e capacità per saper narrare nell’arte che vi appartiene, la bellezza e la sacralità del mistero che è posto nelle nostre mani.

Vi accompagna la benedizione del Signore, quella di Benedetto XVI che nella visita dello scorso anno a San Giovanni Rotondo ha voluto benedire e stringere tra le sue mani il vostro piccolo Giuseppe jr. ma anche la mia che da oltre trenta anni segue la vostra fatica che molto spesso si trasforma in arte.